Luca Magnani racconta la madre su La Stampa

Luca Magnani non ama il cinema. Non ama le interviste. Non ama quest’Italia che ha dimenticato sua madre Anna, una delle più grandi attrici italiane. Si farebbe prima a dire chi ama visto che ha speso una vita intera a smarcarsi dal ruolo di «figlio di» con l’unico risultato di rimanerne ancora più soggiogato. Ha provato a restare lontano dai palcoscenici e da tutto quello che era il mondo di sua mamma.
Nel suo curriculum ci sono una laurea in architettura a pieni voti e circa mezzo secolo di lavoro come libero professionista. Ma non è servito. «Come architetto non ho fatto nulla di eccezionale e a quasi 75 anni ancora la gente mi chiama il figlio della Magnani. Se a questo punto della propria vita ancora non si ha una propria identità…», scuote la testa. Ma intanto sorride: «Non è una lamentela, mi fa piacere». 

Link per la lettura di tutto l’articolo su La Stampa  

Print Friendly, PDF & Email